Probabile nuovo caso di pedofilia a Mirano (Venezia).

Alle 14:00 di venerdì 6 giugno, esattamente l'ultimo giorno di scuola, è stato fermato l'autista dello scuolabus per essersi attivato con un gruppetto di allievi della scuola media Mazzini di Mirano con WhatsApp Messenger (un'app di messaggistica mobile che consente di scambiarsi messaggi coi propri contatti senza dover pagare gli SMS attraverso gli smartphone) inviando foto dal contenuto pornografico. Il tutto nasce da una segnalazione fatta da alcuni genitori ai Carabinieri della Città, che, con estrema cautela, hanno indagato arrivando a venerdì dove l'autista aveva dato appuntamento all'uscita della scuola per consegnare le consuete caramelle dalla forma fallica.
Un nuovo fatto estremamente delicato che colpisce ancora una volta i più indifesi. Un ringraziamento particolare sia ai genitori che si sono mossi, oltre che tempestivamente, in maniera molto discreta e attenta e naturalmente alle forze dell'ordine che altrettanto discretamente, ma in maniera moto puntuale e altamente professionale hanno aspettato il momento giusto per fermare questa persona. Il fermo è avvenuto proprio davanti alla scuola nell'ora di uscita da carabinieri in borghese per non suscitare sospetti e vanificare le indagini.

Ulteriori informazioni su La Nuova Venezia.

 
  • Sport, divertimento e attività ludiche ....
  • Cutura popolare e tradizioni miranesi ......
  • Cultura, eventi, manifestazioni culturali e attività sociali ....
  • Manifestazioni di piazza, fiere e sagre nel territorio Miranese ......
  • Notti Bianche, Movida, ....
  • Notizie, cronaca, cultura e politica nel miranese .....
  • Manifestazioni di piazza, attività politiche...
  • Sport, incontri, sfide, attività delle associazioni sportive ....
  • Turismo, eventi, cultura, opportunità ......
/*
*/